LANGHE-ROERO E MONFERRATO IN FESTA! 25-26 e 27 settembre 2015

Il 25 e 26 settembre 2015 i paesaggi vitivinicoli del Piemonte celebrano il primo anniversario dell’iscrizione nella lista del Patrimonio Mondiale UNESCO.

La celebrazione del riconoscimento UNESCO rappresenta un’occasione per le amministrazioni coinvolte per esprimere il proprio bagaglio di valori e per affermare congiuntamente l’unicità del territorio di Langhe-Roero e Monferrato.

Il programma istituzionale prevede venerdì 25 settembre l’organizzazione di tre focus tecnico-scientifici, ad invito, presso l’Enoteca Regionale del Castello di Grinzane Cavour e il 26 settembre, sempre presso il Castello, un seminario celebrativo, ad inviti, alla presenza di amministratori ed esperti con la consegna delle targhe celebrative ai 101 Sindaci delle aree Patrimonio UNESCO e, alle ore 12.00 lo scoprimento pubblico della Targa celebrativa UNESCO posta nel cortile del Castello di Grinzane Cavour, unico presidio architettonico “fisico” del Patrimonio dei “paesaggi vitivinicoli del Piemonte”.

Il 26 settembre ci sarà invece un ricco programma culturale in 10 Comuni e un programma OFF in molti altri luoghi nel fine settimana del 25, 26 e 27 settembre.

Dieci spettacoli per esaltare la bellezza delle diversità di un territorio ricco di eccellenze e promuovere nel contempo una forma di unità culturale e territoriale che rispetti le specifiche identità.

Due grandi realtà del patrimonio culturale nazionale, il Teatro Regio di Torino e il Teatro Stabile di Torino- Teatro Nazionale, la Regione Piemonte e dieci amministrazioni comunali hanno profuso un grande impegno organizzativo per celebrare il primo anniversario: oltre dieci ore di spettacolo, cinquanta autori noti e più di cento brani musicali, con il coinvolgimento di novanta artisti tra cui grandi interpreti della scena musicale e teatrale, per animare luoghi suggestivi dalle 14,30 fino alle 23,00 di sabato 26 settembre e permettere al pubblico di creare un vero e proprio itinerario alla scoperta dell’emozione e della potenza indimenticabile del Teatro e della Musica in un territorio meraviglioso.

Proposte di spettacolo eterogenee, ma unite da un unico fil rouge, le stagioni, come scansione del tempo di un territorio che si fa corpo per contenere il vino come anima, dalla vendemmia autunnale all’autunno successivo.