Master universitario

 

Il nuovo Master in Management e Creatività dei Patrimoni Collinari nasce da un’idea di soggetti ed enti del territorio coordinati dalla Fondazione Giovanni Goria in collaborazione con il Polo Universitario Asti Studi Superiori.
E’ realizzato dall'Università degli Studi di Torino: Dipartimento di Management, Dipartimento di Scienze Economico–sociali e Matematico-statistiche, Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio.
Il corso di studi, integrato da una serie di esperienze sul campo, intende fornire al partecipante qualificate competenze nella gestione innovativa e creativa, sia in ambito privato che pubblico, in settori dell'economia e della società in generale, sui quali si registra una crescente attenzione come quelli dell'ambiente, del turismo e dell'agroalimentare. Settori finalizzati alla sostenibilità ed alla tutela della biodiversità e di uno sviluppo armonico tendente alla crescita, ma anche alla tutela del paesaggio e dei beni comuni in un'ottica di innovazione di prodotto, di comunicazione creativa e di internazionalizzazione.

Prendendo a modello, in modo comparativo, casi di territori collinari a vocazione vitivinicola come Langhe, Roero e Monferrato (candidati alla lista del Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco), il nuovo Master, investe sulla capacità dei distretti culturali, turistici, produttivi e paesaggistici di strutturarsi in termini competitivi, oltre che di diffondere un sapere esportabile in contesti diversi sotto forma di pratiche di gestione ad alto contenuto professionale ed organizzativo in imprese di produzione, distribuzione e di servizio.


Destinatari 

Si tratta di un master per ogni tipo di laurea, costruito secondo gli standard internazionali, che permette di aggiornare e specializzare le competenze professionali acquisite in precedenti corsi universitari e/o attraverso l’esperienza professionale.
Il profilo professionale che si intende formare è quello di un “Maestro di territorio”, capace di promuovere l’applicazione e la diffusione di conoscenze e competenze legate alla governance, alla conservazione ed innovazione del patrimonio culturale, fonte di eccellenza per il distretto. Tale figura potrà operare in qualità di manager o imprenditore culturale, nonché prestare la sua opera come consulente.

Vai al Sito